2 Risposte

  1. Fabrizio
    Fabrizio at |

    Ciao,
    mi trovo da poco in questa situazione di attacco d’ansia. E’ cominciato tutto dopo aver fumato roba non “salutare”. Lo so ho fatto una bravata e me ne pento ancora se ci penso. Fatto sta che dopo dopo aver assunto quella roba mi è venuto un’attacco di panico, battito accelerato e pressione alta, finendo così al pronto soccorso. A distanza di giorni questi attacchi si ripresentavano anche senza aver assunto nulla (e mai più rifarò una cosa del genere). Mi sono rivolto al dottore il quale ha affermato che è tutto un fattore psicologico, in quanto ripensando a quell’evento entro nel panico. Sono passati circa due mesi e gli attacchi di panico sono diminuiti, imparando più a distrarmi che a soffermarmi e ripensarci. Nonostante questo non sono andati mai via del tutto. Si presentano come una vampata di calore seguito da una sensazione di vuoto nella testa, da questo ne segue palpitazione improvvisa o pressione alle tempie. Cosa dovrei fare? Complimenti per la pagina!

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      In effetti, come le ha detto il dottore, è tutto un problema psicologico e come tale va affrontato. Se non si risolve rapidamente, la cosa migliore da fare è rivolgersi a un terapeuta cognitivo comportamentale di zona. Eviti i farmaci di qualunque tipo, ove possibile. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.

*