10 Risposte

  1. elly
    elly at |

    Da circa due mesi cerco di seguire diete su diete e dopo pochi giorni crollo, mangiando qualsiasi cosa mi capiti (sopratutto dolci). Mangio tantissimo e mi chiudo in bagno a vomitare per ore, finché non ho eliminato tutto. Spesso il giorno dopo non mangio, poi riprendo la dieta, e ricado…Mi sento costantemente male e non so come dirlo a mia madre…

    Reply
  2. Francesca
    Francesca at |

    Salve, io sono Francesca e ho 19 anni… Fon da piccola non sono mai stata una mangiona, tanto che i miei nonni materni dovevano rincorrermi per ogni dove pur di farmi mandare giù un boccone. Tutt’ora sono una ragazza molto inappetente: non mi piace nessun tipo di dolce o cioccolata, non mi piace la carne né bianca ne rossa e non mi piacciono cibi ne salati, ne fritti e ne unti. Mangio soltanto pesce e verdura al vapore con pochissimo sale, frutta e alcuni legumi. Da due anni e mezzo, mi sento sbagliata è orribile, odio le mie forme e la mia taglia di seno (una prima) mi sembra un’esagerazione… Vado 3 volte a settimana in piscina per 2 ore, dopo 12anni di danza classica. In questi ultimi 2/3 anni non riesco più a guardarmi allo specchio, tutto ciò che mangio va direttamente nel wc perché lo vomito, sono riuscita perfino a capire che se ad ogni boccone bevo un po’ di acqua oltre a riempirmi prima, quando vado ad indurmi il vomito, l’azione è più veloce e totale. Poi ho scoperto dei lassativi di contatto abbastanza potenti, da due anni assumo anche quelli 5 ore prima del pranzo e della cena (gli unici pasti che faccio), così che prima vomito e poi completo il tutto dopo al bagno. Non mi piaccio e non so come faccio ad avere un ragazzo che mi vuole un mondo di bene, se sapesse che persona irribile che sono, non mi vorrebbe più. Da quanto mi faccio schifo ed odio il mio corpo, quando facciamo l’amore mi tengo sempre maglietta e spengo le luci. A lui gli dico che amo farlo con il buio anche di giorno. Alcuni giorni mi sento sola, anche se nella realtà è così (perché non ho amici/e tranne il mio ragazzo), e non voglio neanche che il mio lui mi tocchi o mi sfiori. Non voglio essere un peso per nessuno, ma nessuno capisce quanto io non mi piaccia, mi odi. I miei ogni qual volta non perdono occasione per dirmi che faccio schifo, non sembro nemmeno una ragazza. Non ho seno, ne culo ne coscie e che sembro uno spaventa passeri vestito. Così si che mi sento molto meglio, una favola ogni sera, che mi dicono di buttare giù in corpo e di mettere su chili. Io non voglio mangiare.

    Reply
  3. maria
    maria at |

    Ciao sono una mamma di 22 anni e ho letto l’articolo e mi rivedo in tutto tranne che nel vomito, da quando ho partorito mi vedo diversa e faccio diete ferree senza pane ne pasta solo brodo e poi dopo in paio di giorni quello che trovo in casa mangio fino a sentirmi male
    Nn so cosa fare ho paura di parlare cn mio marito di questa cosa cosa posso fare?

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Gentilissima, si tratta comunque di un disturbo dell’alimentazione e certamente è un segnale di profondo malessere. Non è obbligata a parlarne con suo marito, anche se sarebbe raccomandabile, ma certamente può e dovrebbe rivolgersi a un bravo psicoterapeuta, come suggerito sul nostro articolo. Saluti

  4. monica
    monica at |

    Buonasera. Ho letto questo articolo perche una mia amica dice di avere tutti i sintomi della bulimia ma non si induce il vomito. Secondo voi visto che non vomita puo comunque essere bulimia? Cosa le posso consigliare o come la posso aiutare?

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Per definizione se non si induce il vomito non si può definire tale, ma ciò no toglie che possa soffrire di un disturbo dell’alimentazione e non utilizzare tale meccanismo di compenso. In ogni caso dovrebbe cercare di incoraggiarla ad ammettere a se stessa e agli altri di avere un problema del genere, per poi rivolgersi a centri qualificati, dove possa trovare validi terapeuti cognitivo comportamentali specializzati. Saluti

  5. Khadija El Madouni
    Khadija El Madouni at |

    Leggendo questo articolo mi accorgo che alcuni di questi sintomi li avverto…io ho sempre fame ma mi trattengo a volte non ci riesco e mangio,qualsiasi cosa mi trovo davanti…e poi mi viene la nausea e faccio di tutto x vomitare…ora sono tre giorni ke ogni volta ke mangio mi chiudo in bagno e vomito solo per il piacere di sentire quella leggerezza interna …perche quando vomito mi sento bene nn ho piu’ lo stomaco gonfio dal nervosoho una fissazione per il mio aspetto da quando ho perso 24 kg in meno di due anni ma senza attività Fisica…secondo lei cosa mi sta succedendo??e come posso fermare questa cosa??

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      In effetti pare stia scivolando in un vero e proprio disturbo dell’alimentazione e quindi la cosa ideale sarebbe fare quello che è scritto nell’articolo, cioè rivolgersi a un bravo psicoterapeuta cognitivo comportamentale con esperienza specifica a riguardo, prima che la situazione le sfugga ulteriormente di mano. IN certi casi possono aiutare anche i farmaci antidepressivi, sotto attenta valutazione medico-specialistica, ma non sono una soluzione valida e definitiva. Saluti

  6. mygiugi
    mygiugi at |

    mi rivedo completamente in questa scheda.. ho tutti i sintomi della bulimia e ho paura. non posso parlarne con i miei genitori, tanto meno con i miei amici, come faccio a porre fine a questo ciclo perpetuo? non ce la faccio più..
    la bulimia ha preso il controllo della mia vita

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Carissima, come è scritto nell’articolo, per uscirne necessita di un supporto professionale da parte di un bravo psicoterapeuta cognitivo comportamentale con specifiche competenze. Sarebbe essenziale parlarne con i genitori e chiedere loro aiuto, anche se capiamo sia difficile. Non è obbligatorio dichiarare i sintomi bulimici, può semplicemente esprimere una generica sofferenza psicologica e il bisogno di rivolgersi a un professionista. In alternativa, meglio che niente, pensi ai consultori della ASL o ai servizi di neuropsichiatria pubblici che in qualche modo possono darle una mano. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.

*