15 Risposte

  1. alberto
    alberto at |

    Buonasera dottore, vorrei avere un suo parere..c’e’ mio cognato che da quando lo conosco si comporta in modo molto strano tanto da farmi sospettare che sia paranoico..dunque, in pratica,tutta la nostra famiglia ha avuto problemi con lui..cioe’,nonostante noi gli vogliamo davvero bene,..quando sembra andare tutto bene,ad un certo punto,quando meno te l’aspetti,si arrabbia con uno di noi,diventando molto aggressivo e minaccioso,incolpando di cose o atteggiamenti inesistenti,tanto da spiazzarci tutti..questo comportamento lo ha con tutti noi,diciamo a turno..dura un periodo e poi gli passa..anche se non del tutto.E’possibile che abbia problemi paranoici?o come ho letto nel vostro articolo:disturbo paranoico di personalita’,cosa possiamo fare?sono molto preoccupato per mia sorella che subisce questa situazione..
    Ho davvero bisogno di un consiglio..grazie di cuore.

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Purtroppo è impossibile darle una risposta senza valutare di persona il caso. Può darsi che faccia uso a vostra insaputa di alcol o sostanze, può darsi che abbia un’instabilità del tono dell’umore come nel disturbo bipolare. L’unica cosa che potete fare, comunque, anche se non semplice, è cercare di incoraggiarlo a farsi visitare da un bravo professionista del settore che possa poi prescrivergli eventuali cure farmacologiche o psicoterapeutiche. Saluti

  2. alberto
    alberto at |

    Buonasera dottore, vorrei avere un suo parere..c’e’ mio cognato che da quando lo conosco si comporta in modo molto strano tanto da farmi sospettare che sia paranoico..dunque, in pratica,tutta la nostra famiglia ha avuto problemi con lui..cioe’..quando sembra andare tutto bene,ad un certo punto,quando meno te l’aspetti,si arrabbia con uno di noi,diventando molto aggressivo e minaccioso,incolpando di cose o atteggiamenti inesistenti,tanto da spiazzarci tutti..questo comportamento lo ha con tutti noi,diciamo a turno..dura un periodo e poi gli passa..anche se non del tutto.E’possibile che abbia problemi paranoici?cosa possiamo fare?Spero in una risposta… Grazie

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      E’ possibile, ma stati transitori di paranoia sono solitamente associati a sbalzi del tono dell’umore, come accade nel disturbo bipolare quando i soggetti sono in fase disforica, o in certi disturbi di personalità. Difficile dirlo senza un’accurata valutazione specialistica. Saluti

  3. Franz
    Franz at |

    Buongiorno dottore, sono sempre afflitto da pensieri negativi di vario genere, per esempio che tutto possa andare male, sopratutto pensieri legati al partner..che possa nascondermi qualcosa o che da un momento all’altro possa interessarsi a qualcun altro e di non essere abbastanza per lei..che ci sia sempre di meglio. Quando mi si infila un pensiero di questi in testa..ci resta per giorni interi e mi condiziona gli atteggiamenti.. (nervosismo,irritabilità,insicurezza) . Saluti

    Reply
  4. ***
    *** at |

    Mi rendo conto che ho 14 anni ma io sto iniziando a pensare di avere dei problemi. Io non avevo mai minimamente pensato alla paranoia, ma da quando ho fatto il test psicologico delle macchie ed risultato che sono paranoica ho iniziato ad interessarmi all’argomento facendo qualche ricerca, e in effetti qualche sintomo ce l’ho, ad esempio in autobus penso che’autista mi voglia rapire o che addiritura membri della famiglia o amici mi vogliano avvelenare. Non so se questo sia effettivamente paranoia per qualche domanda me la sono fatta… non so se poi il fatto che io svenga facilmente o che sia claustrofobica centri qualcosa.

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Salve. L’aspetto claustrofobico non c’entra niente, ma le altre cose in effetti rimandano a sintomi paranoici che non possono essere ignorati e meritano attenzione clinica prima che possano peggiorare. Parlane con i genitori, se non l’hai già fatto, e rivolgiti a un serio servizio di neuropsichiatria infantile per una valutazione. Saluti

  5. davide
    davide at |

    salve, il mio caso è abbastanza particolare. Circa 4 anni fa a capodanno ho esagerato col bere e son stato veramente male, io gia da prima non sopportavo il fatto di vomitare ma da quel momento ho avuto una ci si grandissima paura a bere alcolic. Ora non riesco piu d andare a diverse feste o dove c’e qualcosa per cui ci si diverte e c’è l’alcool (feste, compleanni).
    Qualche volta sono riuscito ad andare ma dopo poco tempo vado in crisi e credo di dover stare male e mi i offusca un po la vista.
    Le chiedo, cosa posso fare? Come posso controllarmi?

    P.S. io non bevo quasi mai e non vado oltre il bicchiere

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Carissimo, premesso che tutto questo non c’entra niente con la paranoia, e quindi con la pagina in cui ha inserito il commento, dovrebbe comunque affrontare la questione con un aiuto professionale di un valido psicoterapeuta di orientamento cognitivo-comportamentale, che potrà aiutarla a superare il “trauma” e a ridurre la sua paura di vomitare che comporta evitamento delle situazioni sociali. saluti

  6. guarire
    guarire at |

    Gentile Dottore,
    la mia paranoia è arrivata a un punto che non mi fido più di nessuno.
    Urlo con tutti, vedo in ogni gesto una minaccia, mi viene l’ansia solo al pensiero di incontrare nuove persone.
    Vedo intorno a me solo persone che mi fregano e fanno di tutto per portarmi via le mie cose.
    Ho perso la fiducia in tutti.
    Come faccio ad uscirne da questo tunnel?
    Davvero, la mia paranoia è davvero grande che mi sta causando problemi anche enormi, socialmente parlando e non.

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Gentilissimo, già il fatto che se ne renda conto e lo scriva è ottimo. Colga l’occasione per formulare una richiesta d’aiuto concreta e rivolgersi a qualificati professionisti per ottenere il supporto necessario, sia farmacologico che psicoterapeutico. Saluti

  7. Roberto
    Roberto at |

    Gentile dottore questa paranoia può portare anche qualche forma di strabismo o qualcosa che c’entra con gli occhi ?? attendò sue risposte

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Non capiamo quale possa essere il collegamento tra un fenomeno psicologico come la paranoia (descritto in questo articolo) e ciò a cui si riferisce lei. Non c’è alcun senso. Saluti

  8. Preferisco nondire
    Preferisco nondire at |

    Buonasera dottore, io sono un paziente in cura per sitomi molto simili a quelli da lei descritti. Ho avuto una crisi del genere nel 2011 e da allora sono in cura anche con farmaci. La situazione stava migliorando, ma qualche mese fa mi sono trovata un nuovo lavoro e sono stata sottoposta a diversi stress (al capo piaceva molto minacciare di licenziamento i dipendenti di fronte a me, diceva di avermi pagato ma in realtà non lo aveva fatto e quando mi pagava faceva in modo che sembrasse un favore, era spesso offensivo nei miei e negli altrui confronti e aveva manie di controllo). Io ne sono uscita a pezzi e le mie paranoie si sono di nuovo acuite. La domanda che le volevo porre è la seguente, dovrò abituarmi tutta la vita ad avere a che fare con questi pensieri? Dovrò sempre tenere sotto controllo la mia fantasia? Dovrò sempre cercare di non dare importanza a quello che penso? I 5 mesi in quell’azienda sono stati un incubo per me, sono riuscita a resistere solo grazie al mio terapista e alla fine mi hanno anche licenziata (cosa che almeno mi ha fatto guadagnare la disoccupazione, a differenza di cosa sarebbe successo se me ne fossi andata prima come volevo fare), ma la mia salute ne ha risentito davvero tanto. Mi sembra di esser ripiombata in un incubo, vorrei uscirne ma gli unici che mi aiutano sono alcuni amici con cui ho parlato e che sanno ascoltarmi e dirmi quando devo tenere la mente sotto controllo. Capisco che allontano la gente con i miei pensieri, ma non riesco a ritenermene completamente responsabile perché ho avuto una brutta esperienza molto prolungata. Mi chiedo se in futuro è possibile che io sia capace di prevenire queste eventualità e sfuggire alla situazione patologica che si crea nella mia testa. Grazie

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Gentilissima, senza conoscere nel dettaglio la sua condizione non è possibile esprimersi. Certamente, però, ha tutto il diritto di pretendere di star meglio e forse la terapia farmacologica che sta facendo non è adeguata o è insufficiente. Raramente infatti, senza un buon lavoro psicoterapeutico parallelo, i soli farmaci possono risolvere problematiche simili. Valuti se è il caso di chiedere altri consulti specialistici e in ogni caso non si dia per persa. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.

*