4 Risposte

  1. Roberto
    Roberto at |

    Gentile dottore questa paranoia può portare anche qualche forma di strabismo o qualcosa che c’entra con gli occhi ?? attendò sue risposte

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Non capiamo quale possa essere il collegamento tra un fenomeno psicologico come la paranoia (descritto in questo articolo) e ciò a cui si riferisce lei. Non c’è alcun senso. Saluti

  2. Preferisco nondire
    Preferisco nondire at |

    Buonasera dottore, io sono un paziente in cura per sitomi molto simili a quelli da lei descritti. Ho avuto una crisi del genere nel 2011 e da allora sono in cura anche con farmaci. La situazione stava migliorando, ma qualche mese fa mi sono trovata un nuovo lavoro e sono stata sottoposta a diversi stress (al capo piaceva molto minacciare di licenziamento i dipendenti di fronte a me, diceva di avermi pagato ma in realtà non lo aveva fatto e quando mi pagava faceva in modo che sembrasse un favore, era spesso offensivo nei miei e negli altrui confronti e aveva manie di controllo). Io ne sono uscita a pezzi e le mie paranoie si sono di nuovo acuite. La domanda che le volevo porre è la seguente, dovrò abituarmi tutta la vita ad avere a che fare con questi pensieri? Dovrò sempre tenere sotto controllo la mia fantasia? Dovrò sempre cercare di non dare importanza a quello che penso? I 5 mesi in quell’azienda sono stati un incubo per me, sono riuscita a resistere solo grazie al mio terapista e alla fine mi hanno anche licenziata (cosa che almeno mi ha fatto guadagnare la disoccupazione, a differenza di cosa sarebbe successo se me ne fossi andata prima come volevo fare), ma la mia salute ne ha risentito davvero tanto. Mi sembra di esser ripiombata in un incubo, vorrei uscirne ma gli unici che mi aiutano sono alcuni amici con cui ho parlato e che sanno ascoltarmi e dirmi quando devo tenere la mente sotto controllo. Capisco che allontano la gente con i miei pensieri, ma non riesco a ritenermene completamente responsabile perché ho avuto una brutta esperienza molto prolungata. Mi chiedo se in futuro è possibile che io sia capace di prevenire queste eventualità e sfuggire alla situazione patologica che si crea nella mia testa. Grazie

    Reply
    1. IPSICO
      IPSICO at |

      Gentilissima, senza conoscere nel dettaglio la sua condizione non è possibile esprimersi. Certamente, però, ha tutto il diritto di pretendere di star meglio e forse la terapia farmacologica che sta facendo non è adeguata o è insufficiente. Raramente infatti, senza un buon lavoro psicoterapeutico parallelo, i soli farmaci possono risolvere problematiche simili. Valuti se è il caso di chiedere altri consulti specialistici e in ogni caso non si dia per persa. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.

*